Rifiuti organici e compostaggio

 Rifiuti organici e compostaggio

Quando si parla di rifiuti e del loro smaltimento le prime cose che vengono in mente sono legate alla plastica, il cui riciclaggio è fondamentale visti anche i grossi problemi che ha portato negli ultimi anni con l’inquinamento dei mari oppure pensiamo allo smaltimento dei rifiuti speciali, che risulta essere molto delicato e di cui si occupano ditte specializzate come Nieco.

 Spesso sempre parlando di rifiuti non si parla abbastanza dei rifiuti  organici e del modo in cui avviene il suo compostaggio.

Andiamo a vedere come funziona.

Le fasi del compostaggio

Attraverso la fase del compostaggio si vuole andare a ottenere del fertilizzante dai rifiuti, permettendo quindi di ottenere numerosi vantaggi e risparmi.

I rifiuti organici si dividono in due grandi categorie: quelli umidi: che comprendono gli scarti del cibo, soprattutto quello che riguarda la frutta, la verdura e i filtri del caffè e poi ci sono quelli secchi: tra questi troviamo le foglie secche e la segatura.

Quando ci si appresta a fare il compost  la prima cosa da fare è quella di reperire un contenitore dove andare a inserire i nostri rifiuti organici e metterlo in giardino.

Il compost prevede la presenza di quattro strati:

  1. Sul fondo vengono messi i rifiuti secchi in particolar modo i rametti e i truccioli
  2. Nel secondo strato si mettono sempre i rifiuti secchi in questo caso la paglia, la segatura e le foglie secche
  3. Nel terzo strato vengono inseriti in rifiuti umidi come gli scarti di frutta e verdura
  4. Nella parte superiore vengono inseriti nuovamente i rifiuti secchi

Una volta preparato il compost  questo deve essere messo in una zona in penombra, per evitare durante l’estate che venga seccato dal sole, mentre d’inverno si potrebbe gelare con il freddo.

Il percorso del compost è molto lungo infatti questo deve stare a riposo per almeno 10 mesi e risulta essere pronto quando si inizia a sentire un odore di terriccio e questo deve essere molto morbido e con un colore molto scuro.

Una volta approvato che il compost è fatto questo deve essere passato attraverso il setaccio in modo che si possa prendere solo la parte che ci serve.

A cosa serve il compost

Il compost è  molto utile, infatti questo può servire soprattutto in campo agricolo  essendo un perfetto fertilizzante completamente naturale, permettendo quindi all’agricoltore di non andare a utilizzare quelli che sono i concimi chimici, portando numerosi vantaggi anche dal punto di vista ambientale e inoltre permette di non andare a riempire le discariche di rifiuti.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi